Come tutti gli anni l’ultimo venerdì di luglio è la festa di tutti i System Administrator, (e quindi un po anche la mia), o sysAdminDay e mi sembrava giusto dedicare un post a questa giornata. Una giornata dove ringraziare i colleghi sistemisti del loro lavoro. Riporto una traduzione dal sito www.sysadminday.com

Il sysadmin toglie il server per questo sito web dalla sua scatola, installa il sistema operativo, le patch di sicurezza, si assicura che l’alimentazione elettrica e l’aria condizionata funzionino nella sala server, li monitorizza per renderli stabili, configura il software, e fa i backup nel caso qualche cosa andasse male. Tutto per servire questa pagina web.

Il sysadmin installa i router, con i cavi, che li collegano in rete, configura i firewall, e osserva e guida il traffico attraverso ogni hop della rete che passa su rame, fibra ottica, e anche attraverso l’aria per portare internet sul tuo computer. Tutto per assicurarsi che la pagina web trovi la sua strada dal server al computer.

Il sysadmin si assicura che la tua connessione sia di rete sia protetta, sicura, aperta e funzionante. Il sysadmin si assicura che il il tuo computer funzioni in modo sicuro in una rete sicura. Il sysadmin mantiene le copie di backup in caso di disastri provocati da errori umani o attacchi di cracker,e  mantiene le stampanti funzionanti, non importa quante copie del codice fiscali stampino dall’amministrazione.

Il sysadmin si si preoccupa di spam, virus, spyware, ma anche di interruzioni elettriche, incendi e inondazioni.

Quando il server di posta va giù alle 2 di domenica mattina il sysadmin si sveglia e va a lavorare.

Il sysadmin è un professionista che progetta, si preoccupa, fa hacking, corregge, spinge, sostiene e crea le reti di computer ottimali per i vostri dati e er aiutavi nel vostro lavoro. — Per portare le potenzialità dei sistemi di calcolo sempre più vicini alla realtà.

Quindi, se potete leggere questa pagina web (e qualunque pagina web), ringraziate il vostro sysadmin, e sappiate che lui o lei è solo una delle decine e forse centinaia di persone il cui lavoro porta l’email di tua zia dall’altra parte del mondo, un messaggio istantaneo di un tuo amico, la telefonata in australia e questa pagina web

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Page 1 of 11